Creative Commons License Questo è un blog tematico. I contenuti originali presenti qui sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons.

Un semplice diario di viaggio, per crescere. Passi di un cammino che vuole felicità e salvezza.

Argomenti:

domenica 12 aprile 2009

Cercare

Non abbiate paura!
Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso.
È risorto, non è qui.
(Mc 16,6)

Sono due gli spazi che dominano la mia vita.
Nell'Ideale viaggio lungo precisi percorsi,
il motore è sufficientemente potente
e mi ritengo un discreto pilota.
Ma il Reale gli assomiglia assai poco.
Nonostante l'aiuto di strumenti precisi
e preziosi riferimenti, la mia guida stenta.
Con passi incerti procedo, spesso insoddisfatto,
faccio sempre le stesse cose, compio gli stessi errori.
Lo so: obiettivamente questo è poco più che sopravvivere.

Quale l'origine di questa divergenza?
Come fare perché uno spazio non contraddica l'altro?

Mi dicono:
tagliare, sfrondare...
Alla ricerca del nodo forte
che unisca i capi delle due funi, legandoli...

Da altri fratelli - Dio li benedica! - sento la risposta:

Se non lo cerco, per me, veramente lui è morto.
Se invece lo cerco ecco che, risorgendo,
Egli rinnova, risana e rivivifica la mia vita.


Perciò io voglio credere.
Perciò io Ti devo cercare.

***

3 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao sono LucaRoberto.
Ho visto alcuni tuoi commenti sul post della ressurezione sul sito uaar. Innanzituttto complimenti per la costanza!
Ho riflettuto sul significato che ha per noi credenti andare a consultare le ultimissime uaar.
Confronto? No, il mezzo e gli interlocutori sono inadeguati.
Masochismo? Puo' essere, almeno per quanto mi riguarda.
E ti lascio con un quesito: Quale è dunque la tua motivazione?
Un saluto affettuoso, mi fai sentire meno solo quando vengo preso dal desiderio di leggere le ultimissime e i commenti e vedo i tuoi interventi.
Luca Roberto

piccolo-uomo ha detto...

Ciao LucaRoberto!
Beh, ci vado meno spesso di un tempo, da quando ho capito che un confronto serio lì non è possibile: campo non neutro, se dici qualcosa fuori dal coro ti sommergono coi contro-commenti, tra i quali purtroppo pochi sono corretti, anche logicamente.
Perché continuo ad andarci ogni tanto? Innanzitutto mi interessa sapere le loro ragioni e come si organizzano, giacché l'influenza del pensiero materialista è oggi particolarmente forte nella società, e quelli dell'UAAR sono dei teorici nel campo. Poi ogni tanto mi viene di commentare, soprattutto quando le sparano troppo grosse. Ma so già in partenza come andrà a finire: sarebbe eccezionale che qualcuno lì desse ragione a un credente, per una volta...

Saluti!

piccolo-uomo ha detto...

PS: Qualcuno di rispettoso e corretto c'è, ovviamente.

Queste pagine non rappresentano una testata giornalistica, perché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001.