Creative Commons License Questo è un blog tematico. I contenuti originali presenti qui sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons.

Un semplice diario di viaggio, per crescere. Passi di un cammino che vuole felicità e salvezza.

Argomenti:

mercoledì 16 aprile 2008

Sudare Dio

A volte sono ateo.
Giro per la stanza
grigio e stanco,
così tristemente vivo.
E non mi importa
e non scelgo
ma piango.

A volte credo Dio.
Volo di pazzia,
di bellezza,
di fuoco che arde
Amore
con lo stomaco tutto
felicemente spappolato.

A volte parlo sopra dio,
ma ci sono solamente io,
ipocrita!
Lì sono ateo
inconsapevolmente.

Dio mio sto male!
Quando morirò
finirò
finalmente
di crederTi
solamente.

***

3 commenti:

Upi ha detto...

Come sei vero qui. A Dio piacciono quelli come te.

piccolo-uomo ha detto...

Grazie, Upi, per il bellissimo complimento.
Eccoti un sorriso (con arrossamento).

piccolo-uomo

PS: Quale delle tre ha lasciato in verità questo commento? Upi, Squaw! (Bellicosa) oppure Una Persona Intorno?

Upi ha detto...

All'unanimità. ;-)

(Mi farebbe piacere che potessi leggermi anche nell'altro mio blog - quello di una persona Intorno, dove scorrazza impunemente Upi - se ti va, fammi un fischio in pvt e ti mando l'invito.)

Anche alle Upi piacciono le persone vere.

Queste pagine non rappresentano una testata giornalistica, perché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001.